Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Comunicati Stampa > Sindaco > Taglio del nastro per il by-pass di Mantignano
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

Poco più di un chilometro e mezzo di nuova strada destinata a migliorare la vivibilità dell’abitato di Mantignano. Si tratta del by-pass di Mantignano-Ugnano, di cui stamani è stato inaugurato il primo e più esteso tratto. Al taglio del nastro il sindaco Dario Nardella, gli assessori alla mobilità Stefano Giorgetti, all’urbanistica Giovanni Bettarini e alla toponomastica Andrea Vannucci, il presidente del Quartiere 4 Mirko Dormentoni e Roberto Tomasi di Autostrade per l’Italia oltre a molti abitanti della zona.
“Quest’anno inauguriamo un poker di opere molte attese in città – ha dichiarato il sindaco Nardella – . Iniziamo oggi con il by pass di Mantignano-Ugnano, un intervento di cui si parlava da 20 anni e sulla quale abbiamo dato una decisa accelerazione. Questa strada dà una risposta ai problemi del traffico di attraversamento che finora utilizzava le strade del centro abitato con tutto quello che ne conseguiva a livello di qualità della vita degli abitanti. Oggi apriamo il primo importante tratto, ma nei prossimi mesi la strada sarà completata fino a via Canova”.
Per quanto riguarda le altre opere, il sindaco ha confermato a maggio l’apertura del by-pass del Galluzzo, a giugno quella del primo parcheggio scambiatore autostrada-tramvia a Villa costanza mentre a settembre sarà la volta del by-pass di Cascine del Riccio.
La nuova strada, della lunghezza di oltre un chilometro e mezzo, si è sviluppata in parte su una nuova sede stradale realizzata su aree prevalentemente agricole e parzialmente su quella esistente. L’intervento ha origine ad est dell’abitato di Ugnano, in corrispondenza dell’incrocio con le vie di Ugnano, dei Pozzi di Mantignano e dell’Arlotto Piovano e termina in questa prima fase al nuovo ponte sul fiume Greve. La connessione con la viabilità esistente è assicurata grazie a due nuove rotatorie agli estremi del tracciato cui si aggiungono intersezioni a raso lungo il tragitto.
Tra gli elementi qualificanti del progetto la pavimentazione stradale realizzata con materiali innovativi che ne migliorano la durabilità rispetto alle pavimentazioni tradizionali; il tappeto di usura stradale con prestazioni di fono assorbenza rispetto alle pavimentazioni tradizionali e realizzato con materiali che riducono il fenomeno dell’acquaplaning. A questo si aggiungono l’illuminazione con lampade a LED per il risparmio energetico e la durevolezza dell’impianto e la realizzazione di un tratto di oltre 300 metri barriere antirumore a protezione del centro abitato di Mantignano e del plesso scolastico Abrosoli. Il finanziamento, pari a poco più di 6,2 milioni di euro ( di cui oltre un milione e mezzo per gli espropri) è a carico di Autostrade per l’Italia: si tratta infatti di un intervento compreso nel pacchetto nelle opere di compensazione per il progetto della Terza Corsia. Al termine della cerimonia l’assessore Vannucci ha intitolato due strade. È stata dedicata a Santa Berta, badessa del 12esimo secolo della vicina chiesa di Mantignano, la strada che inizia da via del Fosso degli ortolani all’altezza di via del Ponticino e termina in via di Mantignano. Si chiamerà invece via di Scopaia la strada che inizia da via di Mantignano e termina all’incrocio con via del Piovano Arlotto, via di Ugnano e via dei Pozzi di Mantignano, comprendendo parte dell’attuale viuzzo di Scopaia. (mf-sc)
 

Agenda

 

Ricerca risultati

Dal giorno :
Al giorno :
Categoria :
Parole nel testo:
 

Ultimi comunicati