testata per stampa
Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

English Version
GEOmobi 055055

GEOmobi

Infomobilità, ZTL, Parcheggi, Lavaggio strade in tempo reale

Trova Firenze

Trova Firenze

I luoghi della Città: Sedi, Uffici, Musei, Seggi elettorali....

Percorso: Home > Comunicati Stampa > Giunta > Tramvia, aperto da ieri sera il cantiere in piazza Dalmazia. L’assessore Giorgetti: “Qualche disagio per abituarsi alla nuova viabilità”
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

Sono iniziate ieri sera le operazioni propedeutiche e da stamani è attivo il cantiere della linea 3 in piazza Dalmazia. I lavori consistono nello spostamento dei sottoservizi e poi nella realizzazione della sede tranviaria nella parte della piazza dove ancora mancano i binari, ovvero dal tratto finale di viale Morgagni a via Vittorio Emanuele II e via Corridoni. L’avvio del cantiere ha comporta una serie di modifiche della viabilità tra cui la chiusura di parte di piazza Dalmazia, del tratto finale di via Vittorio Emanuele, dalla piazza a via Bini, e della corsia di destra di viale Morgagni fino a via Cocchi.
“Sappiamo che sono variazioni importanti per quanto riguarda la circolazione ma è l’ultimo cantiere della linea 3, quello che permetterà il collegamento tra i binari già realizzati in viale Morgagni e quelli in corso di costruzione in via Vittorio Emanuele e via Corridoni – sottolinea l’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti –. Si sono verificati rallentamenti e code come accade nel primo giorno in cui viene istituita una nuova viabilità anche perché non tutti ancora conoscevano gli itinerari alternativi. I vigili sono presenti ai principali incroci per dare indicazioni agli automobilisti e siamo fiduciosi che, come consueto, tra qualche giorno avremo un assestamento della situazione”.
Per quanto riguarda la viabilità si ricorda che in piazza Dalmazia sono transitabili due corsie sono in direzione Careggi come pure sul primo tratto di viale Morgagni (lato via Reginaldo Giuliani). Fino a via Cocchi la corsia sul lato destro è infatti occupata dal cantiere: dall’incrocio con questa strada in poi viene utilizzata dai mezzi privati diretti a Careggi che possono attraversare il cantiere grazie ad un passaggio sulla sede tranviaria. Le due corsie di viale Morgagni (lato via Reginaldo Giuliani) restano in direzione Careggi fino all’incrocio con via Santo Stefano in Pane: quella lato tramvia poi prosegue verso Careggi e resta destinata ai mezzi di soccorso, sull’altra invece svolta obbligatoria a sinistra in via Santo Stefano in Pane (direzione Sesto). Nessun cambiamento per la corsia in uscita da Careggi: i veicoli preseguono a diritto fino a via Santo Stefano in Pane con svolta obbligatoria su questa strada.
Passando a via Vittorio Emanuele II, il tratto chiuso è quello da piazza Dalmazia e via Bini (la porzione rimanente diventa a doppio senso per i frontisti) mentre in via Corridoni è garantita una corsia in ingresso città con un varco nel cantiere (tranne che il 26 e 27 aprile per consentire il getto di calcestruzzo sulla sede tranviaria e lo scarico dei binari). I veicoli provenienti da via Reginaldo Giuliani e via Mariti possono quindi continuare a entrare in via Corridoni. Per i mezzi da via Reginaldo Giuliani utilizzabile anche via di Rifredi-via Bini e ritorno in via Corridoni.
Per quanto riguarda le principali direttrici di traffico, i veicoli provenienti dal centro-piazza Vieussex e diretti a Careggi devono utilizzare l’itinerario da via Palazzo Bruciato-via Pisacane-via Tavanti-via Vittorio Emanuele II-via Celso-via Alderotti. È disponibile anche il percorso via Maestri del Lavoro-via Santelli-via Lombroso ma consigliato per la sola la viabilità locale. Chi invece è diretto a Sesto Fiorentino una volta arrivato in via Alderotti svolta in via Dino del Garbo arrivando in via Santo Stefano in Pane e poi via Reginaldo Giuliani.
I veicoli provenienti da Novoli-via Mariti possono proseguire in viale Morgagni e da lì arrivare a Careggi oppure, all’altezza di via Santo Stefano in Pane, utilizzare la svolta obbligatoria a sinistra per arrivare a Sesto Fiorentino. E anche all’altezza di via Cocchi può attraversare il cantiere sulla destra per percorrere poi la corsia di destra di viale Morgagni verso Careggi con la possibilità di ritornare in direzione di via Reginaldo Giuliani all’altezza di via Cesalpino e poi utilizzare l’itinerario già disponibile via Segato-via Dino del Garbo-via Santo Stefano in Pane. Previste deviazioni delle linee Ataf 8 (solo in direzione Bagno a Ripoli), 14, 56 e 60 e di quelle di Li-nea 40, 43 e R. Per info sulle deviazioni www.ataf.net
Inoltre, rimanendo sulla linea 3, dalle 21 di stasera scatterà l’ampliamento del cantiere in viale Strozzi, o meglio sul controviale sul lato via del Pratello. Nel tratto fra via Ridolfi e via Dolfi scatteranno quindi divieti di sosta e un restringimento di carreggiata: rimarrà quindi una corsia per il transito veicolare. Prevista inoltre l’istituzione di un senso unico in via Ridolfi tra via di Barbano e viale Strozzi in direzione piazza Indipendenza. Non sarà più possibile per i veicoli arrivare da piazza Indipendenza al viale Strozzi: per questo sarà modificato l’itinerario della linea 4 dell’Ataf che dal capolinea San Marco transiterà in via La Pira-via La Marmora-viale Lavagnini per poi rientrare sul suo percorso in via Leone X verso il capolinea Cappuccini. Altri provvedimenti collaterali: senso unico in via Salvagnoli (da via Dolfi a via Poggi verso via Poggi) e in via Poggi (da via Salvagnoli a viale Lavagnini in direzione di viale Strozzi). In queste strade sono previsti anche divieti di sosta nel primo giorno di attuazione delle modifiche per consentire l’inversione del senso di marcia. (mf)

 

Agenda

 

Ricerca risultati

Dal giorno :
Al giorno :
Categoria :
Parole nel testo:
 

Ultimi comunicati

Licenza Creative Commons Comune di Firenze - Palazzo Vecchio, Piazza della Signoria 50122 FIRENZE - P.IVA 01307110484

Amministrazione Trasparente: I dati personali pubblicati sono riutilizzabili solo alle condizioni previste dalla direttiva comunitaria 2003/98/CE e dal d.lgs. 36/2006