Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Comunicati Stampa > Consiglio > Presentata la 25° edizione delle Giornate FAI di Primavera
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

Presentata in Palazzo Vecchio la 25° edizione delle Giornate FAI di Primavera alla presenza della Presidente Commissione Cultura e Sport Maria Federica Giuliani e del Sottosegretario di Stato al Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Ilaria Borletti Buitoni, della Presidente Regionale FAI Toscana Sibilla della Gherardesca e del Capo Delegazione FAI Firenze Ippolita Morgese.
“Ad una settimana esatta dal G7 della Cultura che si svolgerà per la prima volta a Firenze – ha sottolineato la presidente della Commissione cultura Maria Federica Giuliani – presentiamo, alla presenza del sottosegretario al Ministero dei Beni Culturali Ilaria Borletti Buitoni, la 25° edizione delle Giornate FAI di Primavera. Un appuntamento che mette al centro noi Italiani. Le persone e le nostre bellezze e la nostra storia. Ci fate riconciliare con un patrimonio immenso, facendocelo vivere e raccontando la nostra storia. E' meritevole il vostro servizio – aggiunge la presidente Giuliani – che punta a riavvicinare le persone aiutandole a riappropriarsi dei nostri beni e dei nostri scrigni più nascosti”.
“Il piano paesaggistico della Toscana è fantastico ed esemplare – ha detto il sottosegretario al Ministero dei Beni Culturali Ilaria Borletti Buitoni – ed è stato l'apripista su come si devono fare i piani paesaggistici. Ho la delega all'Unesco e, a Firenze, si sono fatti dei passi significativi per la tutela dell'identità delle botteghe che rappresentano l'artigianato o alcune competenze tipiche. Da Firenze, sito Unesco, è partito un segnale che non c'è stato da altre parti”.
Le giornate FAI di Primavera, sabato 25 e domenica 26 marzo 2017, prevedono l'apertura straordinaria in Toscana di 48 siti di cui 6 inseriti in collaborazione con le Aziende USL Toscana.
Quando nel 1993 si svolse la prima edizione delle Giornate FAI di Primavera furono 50 i luoghi aperti al pubblico in una trentina di città ed era difficile immaginare che sarebbero diventate uno degli appuntamenti più importanti del panorama culturale italiano. Anno dopo anno, gli eventi crebbero e i visitatori si moltiplicarono. Dopo 25 anni della manifestazione contiamo 10.000 luoghi aperti in 4.300 città, oltre 9.200.000 visitatori, 115.000 volontari e più di 210.000 giovani e appassionati Apprendisti Ciceroni. Lo spirito del FAI è rimasto però lo stesso, quello di accompagnare gli Italiani alla riscoperta della bellezza che li circonda e che spesso non si conosce o non si vede.
Quest’anno sabato 25 e domenica 26 marzo si festeggia la 25° edizione delle Giornate, un compleanno importante per una vera e propria festa di piazza irrinunciabile con l’orgoglio e la consapevolezza condivisa di vivere nel Paese più bello del mondo. Un traguardo di cui essere fieri al tempo stesso un punto di partenza. E non è che l’inizio, perché 25 anni di successo significano che i numeri di questo appuntamento possono crescere ancora.
Le Giornate di Primavera saranno occasioni da scoprire, in linea con l’iniziativa del MiBACT che ha proclamato il 2017 “l’Anno dei Borghi”.
Il FAI invita tutti in 400 località d’Italia il 25 e 26 marzo dove, grazie all’impegno di 7.500 volontari e 35.000 Apprendisti Ciceroni, saranno aperti oltre 1.000 siti: chiese, ville, giardini, aree archeologiche, avamposti militari, interi borghi. Si tratta di tesori di arte e natura spesso sconosciuti, inaccessibili ed eccezionalmente visitabili con un contributo facoltativo in questo weekend.
I visitatori potranno avvalersi anche quest’anno di guide d’eccezione: i nostri Apprendisti Ciceroni®, giovani studenti che illustreranno aspetti storici e artistici dei monumenti.
Per il terzo anno consecutivo le Giornate FAI di Primavera chiudono la settimana dedicata dalla Rai ai beni culturali in collaborazione con il FAI. Dal 20 al 26 marzo infatti la Rai racconterà luoghi e storie che testimoniano la varietà, la bellezza e l’unicità del nostro patrimonio: una maratona televisiva di raccolta fondi a sostegno del FAI, per conoscere e amare l’Italia ma soprattutto per promuovere la partecipazione attiva degli italiani. In particolare la Media Partnership di Rai TGR assicurerà una copertura capillare grazie al contributo delle redazioni Rai regionali, così da poter rendere tutti protagonisti del grande progetto Insieme cambiamo l’Italia inviando un sms o chiamando il 45517. Una settimana in cui ogni giorno ci sarà un motivo in più per sentirsi orgogliosi di essere italiani.
Con il Patrocinio di Rai - Responsabilità Sociale e la Media Partnership di Rai TGR.
Le Giornate sono aperte a tutti, ma un trattamento di favore verrà riservato agli iscritti FAI e a chi si iscrive durante l’evento per accedere visite esclusive, corsie preferenziali ed eventi speciali.
Iscriversi al FAI è un gesto civile. (s.spa.)
Su “www.giornatefai.it” troverete l’elenco completo delle aperture.

 

Agenda

 

Ricerca risultati

Dal giorno :
Al giorno :
Categoria :
Parole nel testo:
 

Ultimi comunicati