Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Comunicati Stampa > Consiglio > Viene da Firenze il progetto per il nuovo Parlamento albanese. Giani. "Un modo significativo di tenere vivo il gemellaggio con Tirana"
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

Viene da Firenze il progetto per il nuovo parlamento albanese. E’ l’architetto Paolo Di Nardo dello studio ARX che parteciperà insieme ad altri 25 fra i più importanti studi del mondo (fra cui altri due italiani) al concorso pubblico per la realizzazione del luogo che ospiterà l’assemblea democratica a Tirana (per conoscere i progetti si può andare sul sito www.parlament.al ). “Sono molto fiero e orgoglioso che un architetto fiorentino è fra coloro che potranno essere gli autori del parlamento albanese – ha detto stamani il presidente del consiglio comunale Eugenio Giani che insieme a l’architetto Di Nardo ha annunciato il progetto-. Siamo a 10 anni dalla sigla del gemellaggio fra Firenze e Tirana e ricordo ancora quel momento, l’emozione del sindaco Edi Rama quando gli abbiamo dato in omaggio il Piano regolatore di Tirana. Il piano regolatore, ritrovato a Firenze da un rivenditore di libri usati, è datato 1940, porta la firma di un fiorentino, l’architetto Ivo Lambertini, autore anche del progetto del palazzo dell’associazione industriali in via Valfonda. E’ un materiale unico che in Albania non esiste più da tempo dal momento che gli archivi comunali sono spariti. Una documentazione importante che agli albanesi serve per ricostruire la loro storia. E lo scambio continua con la progettazione del Parlamento albanese da parte di un importante architetto fiorentino”. Giani ha poi ricordato l’architetto Gherardo Bosio che ha lasciato una traccia indelebile ed ancora fortemente presente nella capitale albanese. Il Piano regolatore della città, nonché gli edifici più suggestivi, sono infatti opera dell’architetto Bosio e quindi riconoscibilmente italiani, fiorentini. Le architetture del fiorentino Bosio sono fonte di orgoglio per chi vive a Tirana e nel paese (la ex Casa del Fascio, l'Accademia, i Boulevard, il Palazzo del Governo…). Passati 80 anni e riconquistata da 20 la democrazia, l'Albania e Tirana si cimentano in una nuova sfida e in una nuova avventura architettonica, il Concorso internazionale per il nuovo Parlamento albanese, che vede appunto invitati 25 fra i più importanti studi del mondo a progettare, lungo il boulevard della città, la nuova casa della democrazia. I progetti, esposti al pubblico e sul sito del Parlamento albanese, sono in attesa del verdetto finale. (lb)

Agenda

 

Ricerca risultati

Dal giorno :
Al giorno :
Categoria :
Parole nel testo:
 

Ultimi comunicati