testata per stampa
Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

English Version

To GO!

Infomobilità, ZTL, Parcheggi, Lavaggio strade in tempo reale

Trova Firenze

I luoghi della Città: Sedi, Uffici, Musei, Seggi elettorali....

Percorso: Home > Comunicati Stampa > Altro > Messaggio di solidarietà del sindaco Domenici al collega...
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

31/12/2003
Messaggio di solidarietà del sindaco Domenici al collega di Cecina Paolo Pacini
“Il grave gesto di cui sei stato vittima ha voluto colpire nella tua persona tutta la comunità che rappresenti”. Inizia così il messaggio inviato dal sindaco di Firenze e presidente nazionale dell’Anci Leonardo Domenici al collega Paolo Pacini, sindaco di Cecina, cui è stata incediata l’auto parcheggiata sotto la sua abitazione. “La condanna dell’attentato è netta da parte delle istituzioni e dell’opinione pubblica – si legge ancora nel messaggio del sindaco Domenici –. I valori della democrazia poggiano nella tua città su solide basi. La cultura del dialogo e del confronto civile fanno parte della nostra storia e delle nostre tradizioni. A chi vuole con la violenza impedire il libero dispiegarsi delle idee e del dibattito si troverà di fronte la reazione ferma e compatta di chi non vuole farsi intimidire. Ti giunga insieme alla mia personale solidarietà, quella dell’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani”.(fd)

«Torna alla lista

Agenda

 

Ricerca risultati

Dal giorno :
Al giorno :
Categoria :
Parole nel testo:
 

Ultimi comunicati

Razzanelli (FI): “Dal sindaco mi aspettavo che indicasse la soluzione per il completamento del sistema tramviario”
“L’unico progetto sensato è il metrò; dopo le linee 1, 2 e 3 non roviniamo altre parti della città. Si può scavare non solo per il passaggio in centro ma anche sui viali”
Giorno della Memoria, Silvia Noferi (M5S): “Il ricordo di quelle atrocità non può e non deve essere cancellato né dalla nostra memoria di individui né da quella storica”
“Auschwitz non può più essere solo un monumento ma anche l’occasione per ripensare il futuro dell’educazione delle giovani generazioni”
Giorno della Memoria, Miriam Amato (Gruppo Misto): “La storia insegna che la storia non insegna nulla”
“L’Olocausto ha fatto vedere, in tutta la sua brutalità, quanto l'uomo possa trasformarsi in una macchina d’odio!”
Il 1° febbraio torna la #DomenicalMuseo
Il protagonista sarà il Museo Novecento. Per le visite guidate e le attività è obbligatoria la prenotazione