Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Comunicati Stampa > Altro > Il Comune ricorda Catia Franci: domani la consegna...
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

20/10/2003
Il Comune ricorda Catia Franci: domani la consegna del Fiorino d’oro al centro contro la violenza alle donne che porta il suo nome
A dieci anni dalla scomparsa di Catia Franci il Comune di Firenze la ricorda con un incontro nel salone de’ Dugento e con un’iniziativa concreta: la consegna del Fiorino d’oro, il massimo riconoscimento dell’Amministrazione fiorentina, al Centro donne contro la violenza che porta proprio il suo nome. Il filo conduttore dell’evento, che si terrà domani alle ore 17, sono proprio alcune parole di Catia Franci che disegnano, in una battuta, la radice del suo impegno come amministratrice della città e come donna: “Vengo da una famiglia di donne forti e autonome con il mito dell’indipendenza”. Saranno il sindaco Leonardo Domenici e l’assessore alla pubblica istruzione Daniela Lastri a presenziare la cerimonia e la consegna del riconoscimento al Centro che si occupa di accoglienza per le donne e anche i bambini che hanno subito abusi o maltrattamenti. La sensibilità politica di Catia Franci, infatti, si è espressa con particolare attenzione nella creazione di progetti per donne, bambini e giovani. Dopo un quinquennio come consigliere comunale a Firenze, Catia Franci, formatasi nella Fgci e poi nelle segreterie del Pci, è stata dal 1985 fino al 1990 assessore alla pubblica istruzione del Comune di Firenze. In questo ruolo ha avviato importanti innovazioni nelle politiche per l’infanzia, riconoscendo e valorizzando il ruolo educativo degli asili nido e l’importanza della continuità dei servizi educativi dagli zero ai sei anni. Nell’ambito delle politiche giovanili Catia Franci ha promosso l’Archivio giovani artisti e l'Informagiovani. All’intuizione di Catia Franci si deve anche l’iniziativa Progetto Donna nata come momento di relazione e coordinamento tra le donne delle istituzioni e l’associazionismo femminista e femminile delle città: da queste esperienze sono nati diversi interventi che riguardano tuttora il tema della lotta alla violenza alle donne ed è nata l’associazione Artemisia che ha poi dato vita al Centro donne contro la violenza. “In occasione del decennale della morte di Catia - ha sottolineato l’assessore Lastri - stiamo preparando un libro che vuole ricordare i passaggi della sua vita politico-istituzionale, in collaborazione con alcuni docenti come Anna Scattino, Dario Ragazzini e Sandra Landi che l’hanno conosciuta. Il libro, che uscirà a primavera 2004, ci è sembrato il modo migliore per fare sapere non solo l’impegno di Catia, ma i frutti della sua azione di amministratrice: tutt’oggi teniamo conto delle sue intuizioni innovative sia nel campo della scuola che dell’educazione dei bambini, ma anche e soprattutto nelle politiche per le donne e per i giovani”. (vp)

«Torna alla lista

Agenda

 

Ricerca risultati

Dal giorno :
Al giorno :
Categoria :
Parole nel testo:
 

Ultimi comunicati