Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Comunicati Stampa > Consiglio > Giorno del ricordo, Torselli (PdL): “Annunciato presidio...
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

29/01/2010
Giorno del ricordo, Torselli (PdL): “Annunciato presidio sinistra antagonista contro la commemorazione dei martiri delle foibe”
“Il Comune condanni il revisionismo anti-italiano e il clima di violenza”

“Già da qualche giorno risuonava il solito tam-tam su internet che annunciava una mobilitazione della sinistra antagonista per impedire il corteo del ricordo, manifestazione promossa dal Comitato 10 Febbraio ed organizzata da Azione Giovani-Giovane Italia e Casaggì. Da oggi è ufficiale: anche quest’anno i centri sociali cittadini si mobiliteranno per dare scena all’ignobile gazzarra anti-italiana e revisionista che non ha altri effetti se non quello di offendere la memoria dei 30.000 italiani trucidati dai partigiani comunisti di Tito in Istria, Dalmazia e Venezia Giulia”. Così commenta il consigliere comunale del PdL Francesco Torselli, Presidente Provinciale e Dirigente Nazionale della Giovane Italia.
“Nei giorni scorsi – spiega Torselli – avevamo già avvertito il solito clima di odio e di ignoranza che, ogni anno, questi soggetti tentano di montare in città, offendendo sia la memoria dei caduti italiani, sia l’immagine della nostra città che diventa, per un giorno, la città dell’intolleranza e dell’ideologia contrapposta alla memoria storica”. “Lunedì prossimo – prosegue il consigliere di centrodestra – porterò, assieme ai colleghi Donzelli e Cellai, una risoluzione in consiglio comunale per chiedere che vengano condannate queste infami manifestazioni organizzate non per promuovere un’idea, ma per speculare sui cadaveri di 30.000 nostri connazionali che hanno pagato con la vita il proprio sentimento di appartenenza alla bandiera tricolore e non a quella rossa”.
“L’assessore alla pubblica istruzione – dichiara ancora Torselli – mi ha personalmente fatto sapere che il comune organizzerà, con le scuole, diverse iniziative per ricordare questi nostri fratelli caduti e questo è senza dubbio un passo importante verso la condivisione di una comune memoria storica; purtroppo esistono ancora alcune frange di elementi, avulsi dalla società, che si sentono ancora figli dell’odio e del rancore diffusi da un’ideologia di morte come quella comunista, il più grande dei mali che la storia abbia mai conosciuto”.
“Le parole d’ordine – spiega ancora Torselli – con cui questi soggetti convocano contro-manifestazioni e presidi sono ancora una volta le solite: retorica antifascista, inni alla violenza ed all’eliminazione fisica dell’avversario, negazione della libertà di pensiero e parola altrui, simbologie vecchie di decenni”. “Non siamo mai scesi – aggiunge il consigliere del PdL – e mai scenderemo ai loro livelli cadendo nelle loro ridicole provocazioni. Anche quest’anno il corteo si svolgerà senza curarsi di loro, in silenzio, con l’unica bandiera ammessa quella tricolore; perché i martiri delle foibe non appartengono ad alcuna parte politica, ma all’Italia tutta”.
“Noi amiamo guardare al futuro – conclude Torselli – non al passato. Ma un popolo è tanto più grande e forte del proprio presente quanto più radicato nella propria storia. Ecco perché anche quest’anno noi ricorderemo questi italiani uccisi, auspicando che l’iniziativa promossa dal Comitato 10 Febbraio non resti di una parte politica, ma venga condivisa da tutti i fiorentini”. (fdr)


«Torna alla lista

Agenda

 

Ricerca risultati

Dal giorno :
Al giorno :
Categoria :
Parole nel testo:
 

Ultimi comunicati