Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Comunicati Stampa > Consiglio > Torselli (PdL): “Inaccettabile la paralisi della città...
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

17/11/2010
Torselli (PdL): “Inaccettabile la paralisi della città per permettere un corteo di studenti”
“Subito un tavolo Comune-Questura per individuare i percorsi ed evitare la logica dei due pesi e due misure”

“E’ assolutamente inaccettabile che per consentire un corteo di studenti venga penalizzata un’intera città. Bloccare Viale Gramsci poco prima di mezzogiorno è una scelta folle che va a ledere i diritti di tutti i fiorentini. Non bastano le lamentele (legittime) dell’assessore alla mobilità, serve urgentemente un tavolo tra Comune, Questura e rappresentanze politiche per stabilire dei criteri da rispettare sempre e comunque in futuro”. Queste le dichiarazioni del consigliere del PdL Francesco Torselli.
“In vita mia ho organizzato decine di cortei – spiega il consigliere comunale che è anche dirigente nazionale della Giovane Italia, l’organizzazione dei giovani del PdL – ed ogni volta sono stato convocato in questura per concordare un percorso che non crei disagi ai cittadini ed al traffico urbano. Perché gli studenti che protestano contro la riforma della scuola possono, invece, fare quello che credono ed arrogarsi il diritto di paralizzare un’intera città? Quanto accaduto oggi, che nei fatti replica quanto accaduto l’otto ottobre scorso mi fa pensare che in questa città abbia ragione chi gli spazi se li conquista con la forza e con l’arroganza e non chi si mostra disponibile a sedersi a un tavolo e concordare assieme con le Forze dell’Ordine le regole necessarie a tutelare la città. Questa logica dei due pesi e due misure è orribile. Mi chiedo cosa succederebbe se alla prossima occasione, anche noi di destra improvvisassimo cortei non autorizzati e scegliessimo percorsi senza concordarli con alcuno. La tolleranza sarebbe la stessa?”.
“L’assessore Mattei era stato categorico dopo la manifestazione dell’otto ottobre scorso – spiega ancora l’esponente del PdL a Palazzo Vecchio – ed aveva dichiarato pubblicamente che il blocco del traffico e la paralisi di tutta la città erano cose inaccettabili che non dovevano più ripetersi, ottenendo anche gli applausi dell’opposizione nel Salone de’ Dugento. Oggi siamo di nuovo di fronte ad una situazione analoga e l’assessore ci dice che la scelta è stata presa nonostante la sua precedente presa di posizione. A questo punto urge un tavolo di confronto tra Comune, Questura e rappresentanze politiche per stilare un ‘vademecum’ di regole volte ad impedire il ripetersi di simili situazioni di disagio collettivo”.
“Infine un appello anche agli agenti di Polizia Municipale impegnati quest’oggi nella gestione della mobilità - conclude Torselli – ai quali occorre spiegare che il loro disagio nel gestire la situazione non è inferiore a quello dei cittadini che (come il sottoscritto) impiegano 50 minuti esatti per arrivare da Piazza della Libertà a Piazza Beccaria. In questi casi la calma e la gentilezza, che oggi in alcune circostanze sono venute a mancare, sono componenti necessarie per evitare di esasperare ulteriormente gli animi della gente, già messi a dura prova dalla situazione grottesca e paradossale vissuta quest’oggi dalla città di Firenze”.
Per richiedere il tavolo di confronto tra Comune, Questura e Rappresentanze Politiche cittadine, Torselli ha presentato oggi una mozione.

(fdr)

Segue il testo della mozione




MOZIONE

Proponente: Francesco Torselli (PDL);

Oggetto: Per promuovere un tavolo di confronto tra Comune, Questura e Rappresentanze Politiche cittadine al fine di individuare regole generali per lo svolgimento di manifestazioni e cortei.

Il sottoscritto Consigliere Comunale,

• VISTO quanto accaduto a Firenze in data 8/10/2010, quando un corteo studentesco ha occupato parte dei Viali di Circonvallazione causando notevoli disagi al transito urbano, provocando code, rallentamenti e disagi a molti cittadini fiorentini;

• VISTO quanto accaduto a Firenze in data 17/11/2010, quando un corteo studentesco ha sfilato lungo un percorso che comprendeva una parte consistente di Viale Gramsci, causando nuovamente disagi al transito urbano, provocando nuovi rallentamenti e disagi a molti cittadini fiorentini;

• PRESO ATTO delle dichiarazioni rilasciate dall’Assessore alla Mobilità del Comune di Firenze in data 8/10/2010 e riprese nel corso del Consiglio Comunale svoltosi in data 11/10/2010;

• PRESO ATTO delle dichiarazioni rilasciate dall’Assessore alla Mobilità del Comune di Firenze in data 16/11/2010;

• CONSIDERATO il diritto di manifestare le proprie idee proprio di ogni libero cittadino e di tutte le organizzazioni politiche, sindacali e studentesche;

• CONSIDERATE le reciproche competenze della Questura, della Prefettura e del Comune nella gestione dell’ordine pubblico e del traffico in occasione di cortei e manifestazioni svolte in città;

• CONSIDERATA la necessità urgente di stabilire delle regole generali che tutelino l’espletamento dei diritti di manifestare le proprie idee, già richiamati in precedenza, ma al tempo stesso lo svolgimento delle regolari attività quotidiane di tutti i cittadini;

INVITA IL SINDACO

1. A farsi promotore, con urgenza, di un “tavolo” di concertazione tra rappresentanti della Questura di Firenze, della Prefettura di Firenze, di tutte le rappresentanze politiche, giovanili, studentesche e sindacali attive a Firenze e del Comune stesso, al fine di redigere un elenco di regole alle quali attenersi per garantire lo svolgimento di cortei e manifestazioni che rispettino i diritti di tutti i cittadini, manifestanti e non, senza che questi generino ripercussioni sul regolare svolgimento della vita e della quotidianità della città di Firenze.

Francesco Torselli

 


«Torna alla lista

Agenda

 

Ricerca risultati

Dal giorno :
Al giorno :
Categoria :
Parole nel testo:
 

Ultimi comunicati