Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Comunicati Stampa > Altro > Alienazione del patrimonio comunale: via al terzo lotto...
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

28/11/2001
Alienazione del patrimonio comunale: via al terzo lotto con nove immobili all’asta
Prosegue il piano di alienazioni del patrimonio comunale. Ieri è stato pubblicato l’avviso d’asta che riguarda nove immobili per una base d’asta di 8 miliardi e 646 milioni. Si tratta del terzo lotto di alienazioni dell’anno 2001. Il nuovo bando è stato presentato stamani in Palazzo Vecchio dall’assessore alle politiche per la casa Tea Albini. Col terzo bando l’Amministrazione Comunale prosegue nell’impegno che si era prefissa, quello cioè di ottenere nel piano triennale delle alienazioni la somma di 76 miliardi e mezzo. Una strada ormai tracciata per supportare il piano degli investimenti e che fino adesso, oltre agli ottimi risultati economici, ha ottenuto il gradimento dei cittadini per le procedure con cui si sono svolte le gare. Dei 9 immobili compresi nel bando presentato stamani, 2 sono fondi commerciali (in zona centrale e semicentrale) per un valore complessivo di base d’asta di 615.000.000 lire; 7 sono immobili ad uso abitativo. In particolare 4 appartamenti ubicati nel centro storico e zone semicentrali per un valore complessivo a base d’asta di 3.535.000.000 e di 3 complessi immobiliari in zone centrali o periferiche di pregio (viale dei Colli, Pian dei Giullari, Marignolle) per un valore complessivo a base d’asta di 4.496.000.000. Nei prossimi giorni inoltre verranno offerti in diritto di prelazione agli affittuari e agli inquilini ulteriori due fondi commerciali e un appartamento per complessivi 2.451.000.000. Questi avranno 60 giorni per esercitare diritto di prelazione. Qualora non acquistino l’alloggio abitato, le famiglie saranno trasferite in altri appartamenti e gli immobili saranno venduti all’asta. L’avviso d’asta, pubblicato ieri, rimarrà per trenta giorni all’albo pretorio e nella rete civica del Comune di Firenze, e gli interessati dovranno proporre formale offerta all’Amministrazione Comunale entro il 27 dicembre 2001 coi metodi indicati nel bando e nelle condizioni generali di vendita. L’aggiudicazione degli immobili (con l’apertura delle buste contenenti le offerte) avverrà il 28 dicembre. Tutte le informazioni potranno essere acquisite presso l’ufficio patrimonio, lungarno alle Grazie 22 (tel. 055/2768842-2768851) e tramite la rete civica www.comune.fi.it/comune/patrimonio. L’assessore Albini ha anche ricordato i buoni risultati ottenuti coi bandi precedenti del 2001. Sono stati incassati 11.203.274.000 a fronte di una base d’asta di 9.544.600.000, con un incremento di 1.658.674.000. A questi vanno aggiunti gli introiti relativi all’anno 2000 che ammontano 20 miliardi da beni immobili e 7 miliardi da cessioni di terreni in diritto di superficie. “Sono certa – ha concluso l’assessore Albini – che anche questo bando otterrà un buon risultato. Questa certezza deriva dal grande gradimento manifestato da parte dei cittadini sia per le procedure d’asta, sia per le garanzie per coloro che si aggiudicano gli immobili”.(fd)

«Torna alla lista

Agenda

 

Ricerca risultati

Dal giorno :
Al giorno :
Categoria :
Parole nel testo:
 

Ultimi comunicati