Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Comunicati Stampa > Altro > Nessuno slittamento imprevisto per i lavori di via...
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

29/12/2008
Nessuno slittamento imprevisto per i lavori di via dei Serragli: l’intervento terminerà a fine marzo, in anticipo sui tempi
Nessuna difficoltà tecnica imprevista né tantomeno un aumento dei costi dell’intervento. Ma soltanto un equivoco nato in seguito alla modalità con cui il cantiere è stato organizzato: i lavori sono stati infatti suddivisi in due fasi disciplinati da due distinte e successive ordinanze, la prima delle quali scadeva appunto il 20 dicembre. È quanto precisano gli uffici comunali preposti alla manutenzione delle strade replicando a quanto pubblicato ieri su un quotidiano cittadino. I lavori di manutenzione e riqualificazione del primo tratto di via dei Serragli (da Borgo San Frediano a via Sant’Agostino), che consistono nel rifacimento dei marciapiedi per evitare la sosta selvaggia con tre stalli per il carico/scarico merci e nel restauro con pietra vecchia della carreggiata con sostituzione dei sottoservizi, hanno una durata contrattuale di 365 giorni. E quindi visto che l’intervento ha preso il via all’inizio di settembre, la scadenza sarebbe fissata per fine agosto 2009. In realtà, grazie alla organizzazione del cantiere in due fasi successive, gli uffici prevedono di anticipare il termine dei lavori a fine marzo (salvo condizioni climatiche avverse). Per quanto riguarda la scadenza del 20 dicembre, precisano ancora dagli uffici, questa data era legata alla procedura tecnica che ha diviso l’intervento in due fasi con due distinte ordinanze: la prima, con scadenza appunto 20 dicembre, legata allo smantellamento della carreggiate e dei marciapiedi, al rifacimento di questi ultimi e alla sostituzione dei sottoservizi presenti in carreggiata (gas, acquedotto, fogne, rete elettrica, rete telefonica). La seconda ordinanza, invece, firmata il 17 dicembre con scadenza 30 marzo 2009, è relativa alla seconda fase dei lavori che consiste nel ripristino della carreggiata (predisposizione del sottofondo, riposizionamento delle vecchie pietre dopo un’accurata cernita e rilavoratura in opera delle medesime). Nel corso della prima fase dei lavori, aggiungono dagli uffici, è stato eseguito anche un importante intervento per Toscana Energia e Publiacqua che ha comportato la chiusura di via Santa Monaca, oggi già riaperta al traffico proveniente da via Sant’Agostino. E, sottolineano ancora dagli uffici, l’asfaltatura dell’incrocio è soltanto provvisoria per consentire appunto una rapida riapertura al traffico: quando si procederà alla posa del lastrico in via dei Serragli, sarà lastricato nuovamente anche questo tratto di strada. Quindi nessun slittamento imprevisto, né un aumento dei costi visto che nell’appalto dell’intervento erano previsti anche i lavori relativi ai sottoservizi. (mf)

«Torna alla lista

Agenda

 

Ricerca risultati

Dal giorno :
Al giorno :
Categoria :
Parole nel testo:
 

Ultimi comunicati