Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Comunicati Stampa > Altro > “La pittura toscana fra tradizione e contemporaneità”,...
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

19/11/2004
“La pittura toscana fra tradizione e contemporaneità”, dal 24 al 30 novembre al Palagio di Parte Guelfa
“La pittura toscana fra tradizione e contemporaneità”, un confronto con le più rappresentative testimonianze dell’arte italiana, si svolgerà dal 24 al 30 novembre al Palagio di Parte Guelfa. Il progetto espositivo è curato da Tiziano Bonanni, direttore del Centro Internazionale Arti Visive “Rossotiziano”, in collaborazione con alcune istituzioni pubbliche e private ed l’assessorato alla tradizioni popolari del Comune di Firenze, nasce con l’intento di realizzare un confronto significativo sui linguaggi figurativi italiani degli ultimi anni con circa cento opere selezionate fra dipinti e sculture. All’interno della manifestazione sarà esposta una raccolta storica assolutamente unica del grande maestro toscano Cecco Ceccherini (1923-1995) prestata per l’occasione dalla famiglia dell’artista. L’esposizione avrà caratteristiche d’indiscutibile pregio artistico ospitando artisti italiani di gran valore contemporaneo come Mezzacapo, Tammaro, Giuggioli, Giorni, Borlenghi, Tredici, Mori, Roitberg, Fogante ed altri, fra i quali un’accurata selezione di pittori emergenti. La cerimonia d’inaugurazione è in programma il 24 novembre alle ore 18.30 alla presenza dell’assessore Giani. Nell’occasione verrà presentato anche il volume d’arte “Linea di confine” a cura di Nicola Micieli – Edizioni “Bandecchi e Vivaldi” Pontedera. L’intera manifestazione sarà trasmessa dall’emittente televisiva “Toscana TV” a cura di Fabrizio Borghini.(seg-red)

«Torna alla lista

Agenda

 

Ricerca risultati

Dal giorno :
Al giorno :
Categoria :
Parole nel testo:
 

Ultimi comunicati