testata per stampa
Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

English Version
GEOmobi 055055

GEOmobi

Infomobilità, ZTL, Parcheggi, Lavaggio strade in tempo reale

Trova Firenze

Trova Firenze

I luoghi della Città: Sedi, Uffici, Musei, Seggi elettorali....

Percorso: Home > Comunicati Stampa > Altro > Tre alberi caduti a Firenze negli ultimi giorni
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

13/09/2017
Tre alberi caduti a Firenze negli ultimi giorni

Tre alberi sono caduti, senza conseguenze, nei giorni scorsi a Firenze. Venerdì, in viale Galilei, è crollato un ippocastano, il giorno dopo, a Poggio Imperiale, un leccio. In tutti e due i casi si è verificato il cedimento della zolla radicale, causato dal maltempo. Il tronco dell'ippocastano, sezionato dai vigili del fuoco, presentava marcescenza interna. Entrambe le piante erano state classificate con la lettera C delle 'classi di propensione al cedimento'.
Lunedì pomeriggio, in piazza Madonna della Neve, alle Murate, è toccato ad una pianta di Melia azedarach (il cosiddetto 'albero dei rosari' o 'albero dei paternostri') del diametro di circa 40 centimetri. Il professionista incaricato dal Comune l'aveva controllata l'ultima volta il 18 novembre scorso classificandola con la lettera B e prescrivendo un'ulteriore verifica Vta (la Visual tree assessment, la valutazione visiva dell'albero) nel 2018.
Gli esperti stanno accertando le cause del crollo per il quale potrebbe aver contribuito anche il vento: sabato e domenica le raffiche hanno raggiunto punte intorno ai 39 chilometri all'ora. (fn)

Immagini e documenti allegati


«Torna alla lista

Agenda

 

Ricerca risultati

Dal giorno :
Al giorno :
Categoria :
Parole nel testo:
 

Ultimi comunicati

Licenza Creative Commons Comune di Firenze - Palazzo Vecchio, Piazza della Signoria 50122 FIRENZE - P.IVA 01307110484

Amministrazione Trasparente: I dati personali pubblicati sono riutilizzabili solo alle condizioni previste dalla direttiva comunitaria 2003/98/CE e dal d.lgs. 36/2006