testata per stampa
Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

English Version
GEOmobi 055055

GEOmobi

Infomobilità, ZTL, Parcheggi, Lavaggio strade in tempo reale

Trova Firenze

Trova Firenze

I luoghi della Città: Sedi, Uffici, Musei, Seggi elettorali....

Percorso: Home > Comunicati Stampa > Notizie di servizio > Topi nel giardino, la scuola materna Pio Fedi rimarrà...
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

17/02/2017
Topi nel giardino, la scuola materna Pio Fedi rimarrà chiusa lunedì prossimo
Decisione per consentire una derattizzazione più radicale e in totale sicurezza

La scuola materna Pio Fedi rimarrà chiusa lunedì prossimo. Lo ha deciso l'amministrazione comunale, d'intesa con l'azienda sanitaria locale, per consentire una derattizzazione più radicale e in totale sicurezza.
Nei giorni scorsi un tecnico della direzione ambiente era subito intervenuto una volta ricevuta la segnalazione. I ratti erano attratti dai baccelli di un albero, salivano sulla pianta per cibarsene e li trasportavano anche sotto una siepe, probabilmente luogo di nidificazione degli stessi roditori. Si è quindi provveduto ad effettuare un primo intervento di derattizzazione (la ditta incaricata è intervenuta in meno di 24 ore dal momento in cui è arrivata agli uffici comunali la segnalazione), delimitando l’area interessata.
Dopo ulteriori controlli e l'intervento dei tecnici dell' asl è stata decisa la chiusura adella scuola I genitori ricerevanno ulteriori informazioni lunedì mattina. (fn)


«Torna alla lista

Agenda

 

Ricerca risultati

Dal giorno :
Al giorno :
Categoria :
Parole nel testo:
 

Ultimi comunicati

Licenza Creative Commons Comune di Firenze - Palazzo Vecchio, Piazza della Signoria 50122 FIRENZE - P.IVA 01307110484

Amministrazione Trasparente: I dati personali pubblicati sono riutilizzabili solo alle condizioni previste dalla direttiva comunitaria 2003/98/CE e dal d.lgs. 36/2006