Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Comunicati Stampa > Giunta > ...
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

22/11/2017
Premio Smart Your City, assegnati i Fiorini dell’innovazione
Vincono Kimap, Keesy e AppTaxi. Riconoscimento speciale al bike sharing di Mobike. Oggi la cerimonia in Palazzo Vecchio

Il navigatore per disabili Kimap, il servizio di check in h24 Keesy e la App di taxi on demand di Socota. Sono i progetti premiati con il Fiorino dell’innovazione Smart Your City. Un riconoscimento speciale, fuori concorso, è andato al servizio bike sharing di Mobike. I vincitori sono stati annunciati questa mattina in Palazzo Vecchio alla presenza dell’assessore alla Smart City Giovanni Bettarini, del presidente di Confartigianato Imprese Firenze Alessandro Vittorio Sorani, del vicepresidente di Confindustria Firenze Lapo Baroncelli e di Carlo Ratti del Mit di Boston. Come previsto dal bando, obiettivo del premio è quello di valorizzare idee, modelli, applicazioni tecnologiche e tecniche di progettazione innovative dall’impatto significativo sulla città, realizzate da imprese di ogni settore (industria, artigianato, commercio e servizi), professionisti, fondazioni, pubblica amministrazione, centri di ricerca e Università, sia italiani che stranieri. Il premio è organizzato da Comune di Firenze, Confartigianato Imprese Firenze e Confindustria Firenze con il patrocinio dalla Camera di Commercio di Firenze e il contributo di Enel. I tre progetti sono stati selezionati nell’ambito del bando e del regolamento pubblicati sui siti dei soggetti organizzatori.

“Un premio che abbiamo voluto per valorizzare e concretizzare l’idea dell’innovazione come fattore fondamentale per la nostra città – ha detto l’assessore Bettarini – Un viaggio che abbiamo intrapreso insieme a Confindustria Firenze e Confartigianato per mettere a sistema le tante esperienze sul tema dell’innovazione. Il Fiorino dell’innovazione nasce proprio da questa idea – ha proseguito Bettarini - unire la storia di Firenze e la sua capacità di essere innovativa mettendosi in gioco su nuovi progetti e nuove soluzioni”.

"Come Confartigianato siamo molto felici di aver promosso questo premio assieme a Comune di Firenze e Confindustria – ha detto il presidente Sorani - Solitamente l'artigianato viene affiancato alla tradizione, che, in fondo, non è altro che innovazione ben riuscita. È per questo che il mondo dell'artigianato oggi ha bisogno di comunicare il proprio ruolo nell'innovazione. Ed è per questo, inoltre, che oggi è importante comunicare che piccole aziende artigiane del settore comunicazione possono collaborare con il mondo delle grandi imprese industriali per migliorare quella che è la città contemporanea e del futuro, la cosiddetta Smart city. Una sinergia importante, quindi, quella di oggi che vede insieme piccole e grandi realtà con l'unico obiettivo del miglioramento della nostra città".

"Il futuro delle città, oggi, è l'interazione fra strutture materiali e immateriali – ha detto il vicepresidente Baroncelli - in questo senso Firenze si candida naturalmente per essere la capitale internazionale del rinascimento contemporaneo, a patto che sappia tracciare un suo percorso originale. La città metropolitana fiorentina potrà avere una identità forte e strategica nel panorama internazionale se saprà giocare le sue carte dell'innovazione. L'incontro di oggi sulle smart city e i premi consegnati, dimostrano, che abbiamo intrapreso il giusto percorso, ma possiamo fare ancora di più, possiamo - categorie economiche e amministrazione - costruire una politica dello sviluppo della città, che non sia solo un piano urbanistico, ma un piano 'industriale' dello sviluppo sostenibile di tutto il territorio metropolitano".

(sc)

I progetti vincitori

AppTaxi Socota 4242

AppTaxi e Globix di SoCoTa 4242 introducono un nuovo modo di intendere il servizio taxi. L'applicazione di taxi on demand AppTaxi sta per sostituire la tradizionale chiamata telefonica per prenotare o chiamare il taxi, ma si dimostra particolarmente utile anche grazie a funzioni ulteriori come il pagamento. Con In-App, è data agli utenti la possibilità di utilizzare la carta di credito in sostituzione del contante, senza transazioni Pos a bordo vettura, ma semplicemente registrando la propria carta e abilitandola, tramite la App, al pagamento della corsa. La App è utilizzabile su tutto il territorio nazionale, tramite i radiotaxi associati al consorzio AppTaxi. Globix è un prodotto dedicato al pagamento e alla rendicontazione delle spese per aziende o professionisti che utilizzano i taxi con frequenza, attraverso il quale gestire in modo trasparente, semplice e personalizzabile le corse in taxi dei propri dipendenti e, con speciali buoni-ospite, anche quelle destinate ai clienti.

Keesy

Keesy è il primo servizio di Check-In e Check-Out completamente automatico disponibile 24h su 24 per 365 giorni l’anno. Host e Guest possono vivere con serenità tutte le fasi dell’accoglienza senza rinunciare al proprio tempo. Affittare un appartamento per brevi periodi o gestire un B&B diventa più facile e richiede pochi semplici passaggi. Una volta affidate a Keesy le chiavi o il codice del sistema automatico d’accesso dell’appartamento, l’Host è libero di scegliere se e quando incontrare il proprio Guest. Il Guest potrà effettuare il Check-In o Check-Out con la massima flessibilità al Keesy Point, oppure direttamente online nel momento che preferisce.

Kimap

Kimap è la app che indica ai disabili i percorsi da seguire nel centro storico per superare le barriere architettoniche. Lo strumento, sviluppato dalla start-up fiorentina Kinoa, offre all’utente le informazioni necessarie per spostarsi autonomamente, da solo o accompagnato, consentendogli di sfruttare le potenzialità delle tecnologie. Kimap è progettata per rilevare in modo automatico e in tempo reale i percorsi accessibili, sia nei contesti urbani che in quelli extraurbani, e al tempo stesso per segnalare la presenza di barriere all’accessibilità indicando la strada migliore da percorrere. Kimap è già utilizzata in diverse città, con 2mila download dell’app in tutto il mondo. Crescono anche i dati rilevati: oltre 740 chilometri di strade percorse, quasi 3mila segnalazioni di ostacoli, barriere architettoniche, pendenze impegnative e punti di interesse, con una classificazione della qualità del terreno in molte realtà urbane e turistiche.

Mobike

A Firenze, prima città italiana, ha debuttato ad agosto il bike sharing a flusso libero gestito da Mobike, colosso cinese del settore. Le iciclette, dotate di Gps e facilmente identificabili grazie al loro telaio in alluminio, le ruote arancioni, il sellino e il cestino neri, sono a disposizione nelle aree di sosta dedicate, identificate da apposita segnaletica e dislocate in varie zone della città. 88mila iscritti con una media giornaliera di 11000 utilizzi, dati che hanno superato le aspettative, con una prospettiva di crescita molto positiva. Per utilizzare le bici del bike sharing è sufficiente scaricare la App gratuita per smartphone Mobike dall’Apple Store o da Google Play. Il passaggio successivo è la creazione di un account utilizzando il numero di cellulare a cui arriverà il codice di verifica da inserire per pagare il deposito cauzionale con carta di credito/debito a garanzia della copertura, almeno parziale, dei costi sostenuti in caso di comportamento inappropriato o vandalismo da parte dell’utente. Sempre tramite la App si può consultare la mappa localizzando le biciclette più vicine.

 

 


«Torna alla lista

Agenda

 

Ricerca risultati

Dal giorno :
Al giorno :
Categoria :
Parole nel testo:
 

Ultimi comunicati