Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Comunicati Stampa > Giunta > Domani in Palazzo Vecchio consegna dei diplomi di Baccalauréat...
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

22/03/2016
Domani in Palazzo Vecchio consegna dei diplomi di Baccalauréat agli alunni toscani diplomati nel 2015
La cerimonia nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio. Presente la vicesindaca Giachi

Si terrà domani nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio (con inizio alle 10) la cerimonia di consegna dei diplomi di Baccalauréat per gli studenti toscani che hanno sostenuto gli esami di Stato relativi al diploma binazionale italo-francese “EsaBac” nell’anno scolastico 2014/2015.
Saranno presenti, tra gli altri, la vicendaca e assessora all’educazione Cristina Giachi, l’assessore regionale all’istruzione Cristina Grieco, il direttore dell’ufficio scolastico regionale Domenico Petruzzo e il console onorario di Francia a Firenze Isabelle Mallez.
Esabac è un acronimo che nasce dall'unione di «Esame di Stato» e «Baccalauréat» ed identifica il percorso scolastico che consente agli studenti italiani e francesi di conseguire in un unico esame due diplomi: il diploma di superamento dell'esame di Stato e il Baccalauréat francese. Questo corso di studi è nato in seguito all’accordo intergovernativo del 24 febbraio 2009 tra i ministri dell’istruzione dei due Paesi. Il rilascio contemporaneo di entrambi i diplomi convalida un percorso formativo veramente biculturale e bilingue. Svolto nell’arco del triennio finale della scuola secondaria, l’EsaBac prevede quattro ore di Lingua e letteratura francese e due ore di storia, a settimana tenute in lingua francese. Per ottenere il doppio certificato sono previste nell’esame di stato delle prove supplementari: una prova scritta di storia ed un’altra sia scritta che orale di lingua e letteratura francese, da sostenersi in lingua. I candidati che superano con successo le prove dell’esame di Stato e le prove aggiuntive avranno entrambi i diplomi. Se le prove EsaBac dovessero essere insufficienti lo studente non riceve il diploma di Baccalauréat ma solo il diploma di Stato italiano (purché, ovviamente, abbia superato la parte dell’esame ad esso relativa).
L’EsaBac non è soltanto un simbolo dell’intesa tra l’Italia e la Francia dal momento che garantisce, agli allievi che hanno partecipato a questo percorso d’eccellenza, l’accesso a tutte le Università francesi o ad una delle Grandes Écoles (come Ena o Polythécnique) ed, inoltre, apre un canale privilegiato per percorsi di ricerca post-laurea in Francia. Gli alunni italiani che hanno superato le prove specifiche EsaBac ottengono infatti il titolo di studio che dà accesso all’università in Francia al pari degli studenti francesi e viceversa per i francesi che conseguono il diploma italiano in Francia.
La Francia è il secondo partner economico dell’Italia, con oltre mille imprese nel nostro Paese ed altrettante italiane Oltralpe. Per un giovane italiano, conoscere la lingua e la cultura francese rappresenta quindi un’interessante prospettiva professionale sul mercato del lavoro italo-francese o francofono.
Nel 2015 sono stati più di 300 gli alunni che, in Toscana, hanno conseguito il doppio diploma ed attualmente ben 27 scuole, distribuite su tutto il territorio regionale, hanno il percorso EsaBac. (fn)
 


«Torna alla lista

Agenda

 

Ricerca risultati

Dal giorno :
Al giorno :
Categoria :
Parole nel testo:
 

Ultimi comunicati